lunedì 31 dicembre 2018

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE

Gesù è ritrovato dai genitori nel tempio in mezzo ai maestri.

"Scese dunque con loro e venne a Nàzaret e stava loro sottomesso. Sua madre custodiva tutte queste cose nel suo cuore. E Gesù cresceva in sapienza, età e grazia davanti a Dio e agli uomini" (da Lc 2,41-52).

martedì 25 dicembre 2018

NATALE DEL SIGNORE


Oggi, nella città di Davide, è nato per voi un Salvatore


"Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce, adagiato in una mangiatoia" da Luca 2, 1-14


lunedì 24 dicembre 2018

4^ DOMENICA DI AVVENTO

A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me?


"Ecco, appena il tuo saluto è giunto ai miei orecchi, il bambino ha sussultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell'adempimento di ciò che il Signore le ha detto" da Lc 1,39-45.

Lectio 17, 18, 19, 20, 21 e 22 dicembre 2018

17 dicembre 2018


18 dicembre 2018


19 dicembre 2018


20 dicembre 2018


21 dicembre 2018


22 dicembre 2018

lunedì 17 dicembre 2018

3^ DOMENICA DI AVVENTO

Il Signore è vicino!"Fratelli, siate sempre lieti nel Signore, ve lo ripeto: siate lieti. La vostra amabilità sia nota a tutti. Il Signore è vicino!" da Fil 4,47

Lectio 10, 11, 12, 13, 14 e 15 dicembre 2018

10 dicembre 2018


11 dicembre 2018


12 dicembre 2018


13 dicembre 2018 Santa Lucia Vergine e Martire


14 dicembre 2018 San Giovanni della Croce Sacerdote e Dottore della Chiesa


15 dicembre 2018

lunedì 10 dicembre 2018

2^ DOMENICA di AVVENTO



Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!

"Voce di uno che grida nel deserto:
Preparate la via del Signore,
raddrizzate i suoi sentieri!" 
 da Lc 3,1-6

sabato 8 dicembre 2018

IMMACOLATA CONCEZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA

Il Signore Dio lo chiamò e gli disse: «Dove sei?».

Io porrò inimicizia fra te e la donna, fra la tua stirpe e la sua stirpe: questa ti schiaccerà la testa e tu le insidierai il calcagno» da Gen 3,9-15.20.
 

Lectio 3,4,5,,6 e 7 dicembre 2018

3 dicembre 2018 San Francesco Saverio

4 dicembre 2018


5 dicembre 2018


6 dicembre 2018 San Nicola Vescovo



7 dicembre 2018 Sant'Ambrogio Vescovo e Dottore della Chiesa



lunedì 3 dicembre 2018

1^ DOMENICA d'AVVENTO


"Vi saranno segni nel sole, nella luna e nelle stelle, e sulla terra angoscia di popoli in ansia per il fragore del mare e dei flutti, mentre gli uomini moriranno per la paura e per l'attesa di ciò che dovrà accadere sulla terra. Le potenze dei cieli infatti saranno sconvolte.
Allora vedranno il Figlio dell'uomo venire su una nube con grande potenza e gloria.
Quando cominceranno ad accadere queste cose, risollevatevi e alzate il capo, perché la vostra liberazione è vicina" da Lc 21, 25-38.34-36.

Lectio 26, 27, 28, 29, 30 Novembre e 1 Dicembre 2018

26 novembre 2018


27 novembre 2018


28 novembre 2018


29 novembre 2018



30 novembre 2018 Sant'Andrea Apostolo


1 dicembre 2018

domenica 25 novembre 2018

CRISTO RE dell'UNIVERSO

Tu lo dici: io sono re. 
«Il mio regno non è di questo mondo; se il mio regno fosse di questo mondo, i miei servitori avrebbero combattuto perché non fossi consegnato ai Giudei; ma il mio regno non è di quaggiù» da Gv 18,33b-37.


Lectio 19, 20, 21, 22, 23 e 24 novembre 2018

19 novembre 2018

20 novembre 2018

21 novembre 2018 Presentazione di Maria al tempio

22 novembre 2018 Santa Cecilia Vergine e Martire

23 novembre 2018 San Colombano

24 novembre S. Andrea Dung-Lac e compagni

domenica 18 novembre 2018

XXXIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Il Figlio dell'uomo radunerà i suoi eletti dai quattro venti.

"In quei giorni, dopo quella tribolazione, il sole si oscurerà, la luna non darà più la sua luce, le stelle cadranno dal cielo e le potenze che sono nei cieli saranno sconvolte"  da Mc 13,24-32.


Lectio 12, 13, 14, 15, 16 e 17 novembre 2018

12 novembre 2018 S. Giosafat Kuncewycz, Vescovo e Martire

13 novembre 2018 Santi monaci

14 novembre 2018

15 novembre 2018 Dedicazione della Chiesa

16 novembre 2018 S. Gertrude

17 novembre 2018

domenica 11 novembre 2018

XXXII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Questa vedova, così povera, ha gettato nel tesoro più di tutti gli altri.

"Seduto di fronte al tesoro, osservava come la folla vi gettava monete. Tanti ricchi ne gettavano molte. Ma, venuta una vedova povera, vi gettò due monetine, che fanno un soldo". da Mc 12,38-44

Lectio 5, 6, 7, 8, 9 e 10 novembre 2018

5 novembre 2018


6 novembre 2018


7 novembre 2018


8 novembre 2018


9 novembre 2018 Dedicazione della Basilica Lateranense


10 novembre 2018 San Leone Magno Papa e Dottore della Chiesa

domenica 4 novembre 2018

XXXI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Amerai il Signore tuo Dio. Amerai il prossimo tuo.

«Hai detto bene, Maestro, e secondo verità, che Egli è unico e non vi è altri all'infuori di lui; amarlo con tutto il cuore, con tutta l'intelligenza e con tutta la forza e amare il prossimo come se stesso vale più di tutti gli olocausti e i sacrifici» da Mc 12,28b-34.

venerdì 2 novembre 2018

COMMEMORAZIONE DI TUTTI I FEDELI DEFUNTI

Chi crede nel Figlio ha la vita eterna; e io lo risusciterò nell'ultimo giorno.

"Questa infatti è la volontà del Padre mio: che chiunque vede il Figlio e crede in lui abbia la vita eterna; e io lo risusciterò nell'ultimo giorno" da Gv 6,37-40.

giovedì 1 novembre 2018

TUTTI I SANTI

Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli.

"Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. Si mise a parlare e insegnava loro dicendo:

"Beati i poveri in spirito,
perché di essi è il regno dei cieli.
Beati quelli che sono nel pianto,
perché saranno consolati" da Mt 5,1-12a.


Lectio 29,30 e 31 ottobre 2018

29 ottobre 2018


30 ottobre 2018


31 ottobre 2018

domenica 28 ottobre 2018

XXX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Rabbunì, che io veda di nuovo!

"Mentre Gesù partiva da Gèrico insieme ai suoi discepoli e a molta folla, il figlio di Timèo, Bartimèo, che era cieco, sedeva lungo la strada a mendicare. Sentendo che era Gesù Nazareno, cominciò a gridare e a dire: «Figlio di Davide, Gesù, abbi pietà di me!» (da Mc 10,46-52).


Lectio 22, 23, 24, 25, 26 e 27 ottobre 2018






lunedì 22 ottobre 2018

XXIX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Il Figlio dell'uomo è venuto per dare la propria vita in riscatto per molti.

 Allora Gesù li chiamò a sé e disse loro: «Voi sapete che coloro i quali sono considerati i governanti delle nazioni dominano su di esse e i loro capi le opprimono. Tra voi però non è così; ma chi vuole diventare grande tra voi sarà vostro servitore, e chi vuole essere il primo tra voi sarà schiavo di tutti. Anche il Figlio dell'uomo infatti non è venuto per farsi servire, ma per servire e dare la propria vita in riscatto per molti» (da Mc 10,35-45).

domenica 21 ottobre 2018

Lectio 15,16,17,18,19 e 20 ottobre 2018
















15 ottobre 2018 Santa Teresa d'Avila Vergine e Dottore della Chiesa

16 ottobre 2018 Santa Margherita Maria Alacoque

17 ottobre 2018 Sant'Ignazio di Antiochia Vescovo e Martire

18 ottobre 2018 San Luca Evangelista

19 ottobre 2018

20 ottobre 2018

domenica 14 ottobre 2018

XXVIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO


Vendi quello che hai e seguimi.
"Gesù, volgendo lo sguardo attorno, disse ai suoi discepoli: «Quanto è difficile, per quelli che possiedono ricchezze, entrare nel regno di Dio!" da Mc 10,17-30.


Lectio 8, 9, 10, 11, 12 e 13 ottobre 2018

8 ottobre 2015

9 ottobre 2018

10 ottobre 2018

11 ottobre 2018 S. Giovanni XXIII

12 ottobre 2018

13 ottobre 2018 Nostra Signora di Fatima

domenica 7 ottobre 2018

XXVII Domenica del Tempo Ordinario


L'uomo non divida quello che Dio ha congiunto. 
 "Ma dall'inizio della creazione li fece maschio e femmina; per questo l'uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due diventeranno una carne sola. Così non sono più due, ma una sola carne" da Marco 10,2-16.

domenica 30 settembre 2018

XXVI Domenica del Tempo Ordinario

Chi non è contro di noi è per noi. Se la tua mano ti è motivo di scandalo, tagliala.

"Chiunque infatti vi darà da bere un bicchiere d’acqua nel mio nome perché siete di Cristo, in verità io vi dico, non perderà la sua ricompensa" da Mc 9,38-43.45.47-48.

domenica 23 settembre 2018

XXV Domenica del Tempo Ordinario

Il Figlio dell'uomo viene consegnato...

"Per la strada infatti avevano discusso tra loro chi fosse più grande. Sedutosi, chiamò i Dodici e disse loro: «Se uno vuole essere il primo, sia l’ultimo di tutti e il servitore di tutti». da Mc 9,30-37

Lectio 17,18,9,20,21 e 22 settembre 2018

17 settembre 2018 Beata Leonella Sgorbati

18 settembre 2018

19 settembre 2018

20 settembre 2018 Santi Martiri Coreani

21 settembre 2018 S. Matteo Apostolo ed Evangelista

22 settembre 2018





martedì 18 settembre 2018

XXIV Domenica del Tempo Ordinario

Tu sei il Cristo... Il Figlio dell'uomo deve molto soffrire.
 
"Ed egli domandava loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Pietro gli rispose: «Tu sei il Cristo». E ordinò loro severamente di non parlare di lui ad alcuno". da Mc 8,27-35

sabato 15 settembre 2018

Lectio 10,11,12,13,14 e 15 settembre 2018

10 settembre 2018

11 settembre 2018

12 settembre 2018

13 settembre 2018 S. Giovanni Crisostomo

14 settembre 2018 Festa dell'Esaltazione della Croce

15 settembre 2018 Beata Vergine Maria Addolorata



Assetata d'amore. Quale amore mi abita?

"Io sono sbagliata". È quel che pensa la donna samaritana incontrando Gesù al pozzo di Sicar.
È questo incontro il centro della meditazione con cui Madre Maria Emmanuel Corradini, abbadessa del monastero benedettino di San Raimondo, ha aperto la decima edizione della Grande Festa della Famiglia.
La Samaritana si sente sbagliata perché ha fallito nell'amore, è stata ferita nella sua ricerca d'amore e ora si sente vuota. Ma Gesù si fa trovare assetato e stanco. Con il suo sguardo, le chiede una cosa sola: "Non nasconderti. Non nasconderti dall'amore vero".
Da questo sguardo diverso si apre la breccia che trasforma la ferita in una strada per rinascere. "Tutti abbiamo bisogno di sentire questa parola di Gesù: io ti ho amato di amore eterno, per questo ho avuto pietà di te. Fare la verità nell'amore è sempre una grande sofferenza, ma è necessario. L'amore ha bisogno della verità - ha evidenziato Madre Maria Emmanuel -. Solo così si diventa davvero liberi, non più schiavi del proprio passato. La Samaritana va dalla sua gente a testa alta, non più nascondendosi. Parla di Gesù. Li porta a Gesù. Diventa feconda. Anche noi siamo chiamati a generare Gesù in coloro che incontriamo". (da ilnuovogiornale.it)








domenica 9 settembre 2018

XXIII Domenica del Tempo Ordinario

Fa udire i sordi e fa parlare i muti.

Lo prese in disparte, lontano dalla folla, gli pose le dita negli orecchi e con la saliva gli toccò la lingua; guardando quindi verso il cielo, emise un sospiro e gli disse: «Effatà», cioè: «Apriti!». 
 da Mc 7,31-37

domenica 2 settembre 2018

XXII Domenica del Tempo Ordinario

Trascurando il comandamento di Dio, voi osservate la tradizione degli uomini.

 «Ascoltatemi tutti e comprendete bene! Non c’è nulla fuori dell’uomo che, entrando in lui, possa renderlo impuro. Ma sono le cose che escono dall’uomo a renderlo impuro». da Mc 7,1-8.14-15.21-23
 

Lectio 27,28,29,30,31 agosto e 1 settembre

27 agosto 2018


28 agosto 2018 Sant'Agostino d'Ippona


29 agosto 2018 Martirio di San Giovanni Battista


30 agosto 2018


31 agosto 2018


1 settembre 2018

domenica 26 agosto 2018

XXI Domenica del Tempo Ordinario

Da chi andremo? Tu hai parole di vita eterna.

E diceva: «Per questo vi ho detto che nessuno può venire a me, se non gli è concesso dal Padre».
Da quel momento molti dei suoi discepoli tornarono indietro e non andavano più con lui.
Disse allora Gesù ai Dodici: «Volete andarvene anche voi?». da Gv 6,60-69

domenica 19 agosto 2018

XX Domenica del Tempo Ordinario

La mia carne è vero cibo e il mio sangue vera bevanda.

"Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue rimane in me e io in lui. Come il Padre, che ha la vita, ha mandato me e io vivo per il Padre, così anche colui che mangia me vivrà per me".
  da Gv 6,51-58


mercoledì 15 agosto 2018

Solennità dell'ASSUNZIONE della Vergine Maria

Grandi cose ha fatto per me l'Onnipotente: ha innalzato gli umili.


Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino sussultò nel suo grembo.
Elisabetta fu colmata di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me? Ecco, appena il tuo saluto è giunto ai miei orecchi, il bambino ha sussultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell’adempimento di ciò che il Signore le ha detto». da Lc 1,39-56



Lectio 13 e 14 agosto 2018

Lectio 13 agosto 2018




Lectio 14 agosto 2018

domenica 12 agosto 2018

XIX Domenica del Tempo Ordinario

Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. 

 "Chi crede ha la vita eterna. Io sono il pane della vita. I vostri padri hanno mangiato la manna nel deserto e sono morti; questo è il pane che discende dal cielo, perché chi ne mangia non muoia".     Da  Gv 6,41-51


RITA AGNESE PETROZZI, conosciuta come MADRE ELVIRA e da tanti identificata come “la suora dei drogati”, viene citata come testimonianza nella Lectio di Madre Emmanuel. Suor Elvira nasce a Sora (FR) il 21 gennaio 1937. Ama definirsi "figlia di gente povera". Fonda, a Saluzzo (Cn) la Comunità Cenacolo, che non è solo un’opera sociale o assistenziale, ma è soprattutto una "famiglia" fondata sulla fede, dove l'uomo ferito può incontrare un amore che lo accoglie gratuitamente, lo aiuta a guarire le ferite, lo sostiene e lo guida per ritrovare la Via della Verità, un amore esigente che lo educa alla bellezza della Vita vera.  

domenica 5 agosto 2018

XVIII Domenica del Tempo Ordinario

Chi viene a me non avrà fame e chi crede in me non avrà sete, mai!

Gesù rispose loro: «In verità, in verità io vi dico: voi mi cercate non perché avete visto dei segni, ma perché avete mangiato di quei pani e vi siete saziati. Datevi da fare non per il cibo che non dura, ma per il cibo che rimane per la vita eterna e che il Figlio dell’uomo vi darà. da Gv 6,24-35

domenica 29 luglio 2018

XVII Domenica del Tempo Ordinario

 Distribuì a quelli che erano seduti quanto ne volevano. 
 Allora Gesù, alzàti gli occhi, vide che una grande folla veniva da lui e disse a Filippo: «Dove potremo comprare il pane perché costoro abbiano da mangiare?»  da  Giovanni 6,1-15

28 luglio 2018 - San Raimondo Palmerio

San Raimondo Zanfogni detto Palmerio nacque a Piacenza nel 1140. Organizzò l’assistenza ai poveri, mettendo in piedi prima un’attività di pronto soccorso per passare poi ad opere stabili, come case per i nullatenenti e un ospizio per i malati. Raimondo morì in pace il 27 luglio 1200, tra i poveri del suo ospizio. La città di Piacenza gli tributò esequie solenni e il culto nacque spontaneo intorno alla sua tomba, alimentato anche dai molti miracoli che nel corso del tempo gli sono stati attribuiti.

Lectio 27 luglio 2018


domenica 22 luglio 2018

XVI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Erano come pecore che non hanno pastore.

In quel tempo, gli apostoli si riunirono attorno a Gesù e gli riferirono tutto quello che avevano fatto e quello che avevano insegnato. Ed egli disse loro: «Venite in disparte, voi soli, in un luogo deserto, e riposatevi un po'». Erano infatti molti quelli che andavano e venivano e non avevano neanche il tempo di mangiare... (Mc 6,30-34)

domenica 15 luglio 2018

XV Domenica del Tempo Ordinario

Cosa ne faccio della parola di Dio e della missione che essa crea in me?
Nel testo del profeta, Amasia, sacerdote di Betel, scaccia Amos:
«Vattene, veggente, ritirati nella terra di Giuda; là mangerai il tuo pane e là potrai profetizzare, ma a Betel non profetizzare più, perché questo è il santuario del re ed è il tempio del regno».
Amos rispose ad Amasìa e disse:
«Non ero profeta né figlio di profeta;
ero un mandriano e coltivavo piante di sicomòro.
Il Signore mi prese,
mi chiamò mentre seguivo il gregge.
Il Signore mi disse:
Va', profetizza al mio popolo Israele» (Am 7,12-15).
Emerge quindi la libera scelta di Dio di chiamare qualcuno ad annunziare la sua parola.
Dal N. T. tutti abbiamo questo compito, ma, attraverso un cammino particolare, Gesù manda a due a due: "Gesù chiamò a sé i Dodici e prese a mandarli a due a due e dava loro potere sugli spiriti impuri. E ordinò loro di non prendere per il viaggio nient'altro che un bastone: né pane, né sacca, né denaro nella cintura; ma di calzare sandali e di non portare due tuniche" (Mc 6,7-13).
Gesù toglie ai discepoli apparentemente tutto, ma non toglie il fratello…
Il fratello nella nostra vita rimane sempre l’elemento di verità.
Anche Amos è stato inviato come fratello, ma è stato rigettato…
C’è sempre nel fratello il luogo del perdono, cioè uno che ha pietà di te. Nel fratello c’è la possibilità di sopportare la fatica, la correzione fraterna, la preghiera che sono più necessarie delle cose da portare. L’annuncio non si basa sui mezzi, ma sulla comunione di due o tre riuniti nel suo nome.
Allora il fratello la sorella non sono un caso nella mia vita. Quel marito, quella moglie, quel figlio non sono uno sbaglio nella mia vita, sono la porta necessaria perché il mio annuncio sia davvero reale.
Se non c’è il passaggio attraverso il perdono, la comunione, l’annuncio ha le caratteristiche del mio io e non quelle del vangelo.
Abbiamo degli esempi belli e straordinari di grandezza, dove due o tre sono diventati esempi di vangelo e di comunità.
Quindi bagaglio leggero, ma cuore pieno e capace di battere all’unisono con Dio e con i fratelli.
Non ci vuole nient’altro che un bastone. Il bastone di Mosè fu la possibilità per passare alla salvezza, ha retto Mosè nel cammino, lo ha usato per far uscire l’acqua, è stato elevato per salvare gli ebrei dal morso del serpente, è servito per aprire le acque del Mar Rosso…
Ora nel Nuovo Testamento abbiamo un altro bastone che è la Croce.
L’annuncio diventa vero e reale dopo aver passato la croce di Cristo, altrimenti si vanno a dire le proprie parole, il personale pensiero su Cristo, ma gli altri hanno bisogno dell’esperienza reale di vita. L’uomo ha bisogno di capire la relazione che hai nell’incontro con Cristo…
"Scuotete la polvere se non vi ascoltano", cioè se non accolgono la Croce di Cristo…
Quanto abbiamo annacquato l’annuncio parlando poco della croce, si fa fatica a parlare di questo…
Mi piace Gesù ma fino li, non tutto, preferisco il Gesù miracoloso, ma il resto no….
Non crediamo veramente che Gesù ci possa salvare. L’annuncio determinante è l’amore di Cristo che si fa misericordia e unità attraverso la croce.
Abbiamo il coraggio di parlare di Cristo crocifisso?
Forse è per questo che assomigliamo ad Amasia… Egli non vuole sentire certe cose.
Non dobbiamo vergognarci di Gesù. Si tratta di profetizzare Cristo crocifisso. Come Pietro e Paolo dobbiamo capire che è la grazia che ha operato.
Benedetto XVI il giorno che è ha iniziato il pontificato ha detto che il Papa non deve sapere tutto, prende il posto di Pietro il pescatore ed è chiamato a dare testimonianza della grazia di Dio
Questo è il vero annuncio.
Amen.
(trascrizione non rivista dall'autrice)



Lectio 12 e 13 luglio 2018


giovedì 12 luglio 2018

Solennità di San Benedetto (11 luglio 2018)

San Benedetto compatrono d'Europa, fondatore del monachesimo occidentale.
"Uomo concreto che si convertì divenendo un'astro luminoso per l'oscura notte" (S.Gregorio Magno).

domenica 8 luglio 2018

XIV Domenica del Tempo Ordinario

 Ma Gesù disse loro: «Un profeta non è disprezzato se non nella sua patria, tra i suoi parenti e in casa sua». E lì non poteva compiere nessun prodigio, ma solo impose le mani a pochi malati e li guarì. E si meravigliava della loro incredulità. Marco 6,1-6

 Mi vanterò quindi ben volentieri delle mie debolezze, perché dimori in me la potenza di Cristo. Perciò mi compiaccio nelle mie debolezze, negli oltraggi, nelle difficoltà, nelle persecuzioni, nelle angosce sofferte per Cristo: infatti quando sono debole, è allora che sono forte. 2Cor 12,7-10

domenica 1 luglio 2018

XIII Domenica del Tempo Ordinario


Se riuscirò anche solo a toccare le sue vesti, sarò salvata.
In quel tempo, essendo Gesù passato di nuovo in barca all'altra riva, gli si radunò attorno molta folla ed egli stava lungo il mare. E venne uno dei capi della sinagoga, di nome Giàiro, il quale, come lo vide, gli si gettò ai piedi e lo supplicò con insistenza: «La mia figlioletta sta morendo: vieni a imporle le mani, perché sia salvata e viva» (Mc 5, 21-43)

domenica 24 giugno 2018

Natività di San Giovanni Battista

"Allora domandavano con cenni a suo padre come voleva che si chiamasse. Egli chiese una tavoletta e scrisse: «Giovanni è il suo nome». Tutti furono meravigliati. All'istante gli si aprì la bocca e gli si sciolse la lingua, e parlava benedicendo Dio" (Lc 1,57-66)

sabato 23 giugno 2018

La Parola del giorno - 23 giugno 2018


Non preoccupatevi del domani. 
In quel tempo Gesù disse ai suoi discepoli: «Nessuno può servire due padroni, perché o odierà l'uno e amerà l'altro, oppure si affezionerà all'uno e disprezzerà l'altro. Non potete servire Dio e la ricchezza. Perciò io vi dico: non preoccupatevi per la vostra vita, di quello che mangerete o berrete, né per il vostro corpo, di quello che indosserete; la vita non vale forse più del cibo e il corpo più del vestito? (Mt 6,24-34)

Lectio 19 giugno 2018


Lectio 18 giugno 2018


Lectio 16 giugno 2018


Lectio 15 giugno 2018


Lectio 14 giugno 2018


Lectio 13 giugno 2018


Lectio 12 giugno 2018


Lectio 11 giugno 2018


Lectio 9 giugno 2018


Lectio 8 giugno 2018


Lectio 6 e 7 giugno 2018


Lectio 4 e 5 giugno 2018


Lectio 1 e 2 giugno 2018


Lectio 31 maggio 2018


Lectio 29 e 30 maggio 2018